Coppi Night 26/07/2015 - Sfera

Sfera è un film che ho visto forse una decina di volte, e fa parte della limitata collezione di dvd di cui sono in possesso. Va da sé che è un film che apprezzo molto, e anche se avevo puntato più su altri titoli (la scelta dei film stava a me, e avevo selezionato una serie di film interpretati da Dustin Hoffman), l'ho comunque rivisto volentieri.

Quello che mi piace in questo film è come idee differenti si accumulano facendo cambiare registro alla storia più volte in corso di svolgimento. [Seguono leggeri spoiler nelle righe restanti di questo paragrafo] Si inizia con un presunto incidente aereo in mezzo all'oceano; si scopre che si tratta invece di un'astronave aliena sepolta da tre secoli; si passa all'ambiente sottomarino; si scopre che l'astronave è umana, implicando il viaggio nel tempo; si scopre la Sfera; emerge l'entità intelligente Jerry; iniziano gli attacchi all'habitat; si scopre che Jerry è umano; i sopravvissuti sospettano l'uno dell'altro; si decide la fuga finale. Tutti questi passaggi comportano un cambio nella prospettiva di chi guarda il film, e non è facile (soprattutto alla prima visione) assimilare gli stordimenti successivi, quando sembra che la storia non abbia una direzione precisa. Si inizia pensando "ah, è un film su un ambiente sottomarino" poi diventa "ah è un film sugli alieni - ah è un film sui viaggi nel tempo - ah è un film sul contatto con altre intelligenze - ah è un film sul potere della mente" e così via.

Il fatto di ambientare tutto in un habitat sottomarino permette di mantenere la storia sulla Terra, ma di fatto la vicenda si svolge in un ambiente alieno, dove i parametri fisici a cui siamo abituati (temperatura, pressione, densità, luce, vibrazione dell'aria) sono diversi, il che è come ambientare la storia su un astronave o un altro pianeta. Non è questo l'unico film in cui il mondo sottomarino viene presentato come alieni (vedi The Abyss), ma qui a mio avviso il parallelo tra l'alieno che abbiamo intorno e quello che abbiamo dentro è più efficace. Non che il fatto che la storia si svolga sulla Terra metta in pericolo le premesse fantascientifiche della storia, anzi, di tematiche ricorrenti del genere ce ne sono diverse concentrate.

Ho letto il romanzo di Michael Crichton da cui questo film è tratto molti anni fa, per cui non riesco a ricollegare bene la versione letteraria a quella cinematografica, ma ricordo che anche il libro mi piacque abbastanza. Certo era più approfondito, soprattutto nei dettagli del primo contatto con Jerry (la decifrazione del codice la ricordo molto più lunga) e sul tema di fondo del potere creativo dell'intelligenza, ma anche in questi aspetti il film se la cava dignitosamente. Credo che sia uno di quegli scarsi esempi in cui il film risulta all'altezza del libro (per altri casi virtuosi consultate l'apposita rubrica).



Una cosa curiosa che ho notato, rivedendolo adesso, è un'affinità di tematiche abbastanza marcata tra questa storia e il mio Dimenticami Trovami Sognami, in particolare per quanto riguarda l'idea del potere creativo (anche non volontario) dell'intelligenza. Come al solito non maschero le influenze rintracciabili nel mio romanzo, a maggior ragione quando sono inconsce (non lo avevo realizzato fino a quando non ho rivisto il film), per cui se vi è piaciuto Sfera può darsi che vi piacci anche il mio libro. Fine del messaggio promozionale.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...