Ultimi acquisti - Dicembre 2013 (parte 3)

Terza e ultima parte del resoconto degli acquisti musicali effettuati a dicembre. Dopo gli album e le raccolte, passiamo alle compilation vere e proprie.


La prima è City Sound Berlin 2013, la quarta raccolta di una serie annuale che propone in un doppio cd i pezzi più significativa del BerMuDa (Berlin Music Days). Si tratta di techno o electro sempre di buon livello, e infatti in questo caso troviamo nomi come Fritz Kalkbrenner, Oliver Koletzki, Ruede Hagelstein, Ellen Allien, Daniel Stefanik, Pan-Pot, e in pratica tutti gli autori coinvolti, con i loro pezzi o remix. Da notare anche la presenza della traccia It's Only di Herbert, nel remix di Dj Koze, che è considerata da alcuni il miglior pezzo techno di tutto il 2013.



La Get Physical è un'etichetta che si distingue da tempo nell'ambito tech-house (e ha in catalogo artisti del calibro di Booka Shade e Damian Lazarus), e ha da poco compiuto dieci anni. Per festeggiare ha rilasciato un doppio cd, con due set mixati da M.A.N.D.Y. e Dj T. In Ten Years Get Physical si trovano quindi pezzi passati e presenti di Catz'n'Dogz, Raz Ohara, Adultnaper, Siopis, Chelonis R. Jones. Il sound è piacevolmente house, e riesce a definire i confini dell'etichetta che spazia in un genere leggero e quasi sempre arricchito di lyrics. Se c'è da muovere un appunto è il fatto che i passaggi da un pezzo all'altro sono spesso fin troppo repentini, e il piacere del mix è meno marcato di come ci si aspetterebbe da due professionisti di questo livello.


Ma la Get Physical di solito si produce con un'altra serie di compilation, Body Language, arrivata ora al volume 13. In questo caso a compilare e mixare sono Azari & III, e a differenza da come siamo abituati lo fanno proprio con la "&" in mezzo: la prima metà del cd è mixata da Dinamo Azari, la seconda da Alixander III. Ci si trova così con un regolare cd di 80 minuti che contiene 29 tracce, alcune delle quali durano infatti un minuto o poco più. Bisogna senz'altro riconoscere l'abilità di riuscire a mixare le tracce in un tempo così ristretto. L'operazione risulta quindi interessante e innovativa rispetto ad altri cd della stessa serie, e va notato anche l'inclusione di alcuni pezzi non propriamente nuovi, come quelli di Planetary Assault Systems e Plastikman. Nel complesso però funziona tutto, e Body Langage si conferma un ottimo punto di riferimento per il genere techno/house.


Concludiamo la carrellata con un classico: The Sound of the 14th Season è la quattordicesima compilation selezionata e mixata da Sven Vath con tutte le migliori tracce emerse dalla stagione estiva. Il 2013 di Sven è un anno incentrato sulla techno più pura, come si ricava dai pezzi scelti di Villalobos, Daniel Stefanik, Matt John, Roman Fluge, Waff, Len Faki & Johannes Heil. Diverse tracce sono tratte direttamente dalla raccolta Cocoon 100 (e non ci si deve sorprendere) e dalla Cocoon Compilation M, come avviene ogni anno. Come sempre selezione ottima, valida come riepilogo dell'annata appena trascorsa.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...