Lost in Lost #2 - Ep. 1x14-1x18

Ci eravamo lasciati con Boone che capisce di doversi scollare dalla sorellastra, la botola da poco scoperta, Claire rapita dal misterioso Ethan e una valigietta di armi tenuta sottochiave da parte del dottore. Ora, dopo aver fornito una prima ampia panoramica dei personaggi, le cose iniziano ad accelerare, e in questi cinque episodi arriva molta più ciccia sulla brace.

Il primo evento rilevante è il ritorno di Claire, che tuttavia non ricorda niente del rapimento, e il confronto con Ethan, che agli occhi di un nuovo spettatore appare davvero minaccioso. Inoltre, per essere un medico (come si scoprirà in seguito) ha una forza e un'aggressività davvero insolite, tanto che si potrebbe dubitare che sia davvero umano. Chi conosce già la storia se lo ricorda forse per le apparizioni successive come un personaggio moderato, ma in queste sue prime comparse è davvero spietato. Vi ricordavate che uccideva uno dei naufraghi dell'Oceanic 815, solo a scopo dimostrativo? Questo è uno dei tanti esempi di come in Lost le impressioni iniziali sono spesso riscritte in seguito. E a questo proposito, la stessa cosa capita con l'episodio 17, In Translation, incentrato su Jin di cui vediamo flashback incrociati a quelli già visti per Sun. Si assiste così a un ribaltamento di prospettiva, ed ecco che il coreano non sembra poi così un cattivo marito. Anzi, nonostante la sua morbosità, bisogna riconoscere la dedizione da lui mostrata per la moglie non era corrisposta. Infine, nell'episodio 18 scopriamo finalmente I NUMERI! Non ho resistito, e ho rivelato che quella sequenza accompagnerà la serie fino alla fine...

Per cui, a una manciata di puntate dal season finale, quali sono le possibili teorie? Riguardo la zattera, la mia cavia pensa che non riuscirà mai a partire. Non verrà di nuovo sabotata, ma la partenza verrà resa impossibile e né Michael né i suoi ipotetici compagni (uno dei quali sarà Sawyer, e probabilmente includeranno anche il cane Vincent) lasceranno davvero l'isola. Quanto ai numeri, è stata avanzata un'ipotesi interessante: Sayid pensava all'inizio che fossero coordinate, ma poi ha scoperto che non era così; secondo la cavia, però, quei numeri rappresentano in effetti una serie di "coordinate dimensionali", che definiscono la posizione non tanto dell'isola, ma di una sorta di universo adiacente in cui i naufraghi sono approdati a loro insaputa. Teoria che spiegherebbe anche i vari avvenimenti misteriosi dell'isola, tra miracoli e mostri vari. Ethan era a conoscenza della sua ubicazione in una dimensione alternativa, ma vi si trovava comunque intrappolato. Le aspettative per i prossimi episodi puntano per il momento al parto di Claire, mentre ancora l'importanza della botola non è stata affermata.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...