Futurama 7x13 - Naturama

Potrebbe questo essere il primo episodi di Futurama a non essere, in effetti, classificabile come fantascienza? Infatti tutti gli episodi trasmessi finora, anche quando avevano trame senza un vero nucleo fantascientifico, appartenevano al genere per definizione, per il solo fatto di essere ambientati nel XXXI secolo e avere tra i personaggi robot, alieni e così via, oltre a mostrare astronavi, pianeti extraterrestri, tecnologie futuristiche e tutto il resto. Al limite, anche nella digressione fantasy del terzo film Bender's Game, la quest in stile Lord of the Rings si sviluppa in una sorta di dimensione parallela collegata in qualche modo vagamente fantascientifico con l'universo di Futurama. Invece Naturama è un episodio non-canonico, diviso in tre episodi, che come il Reincarnation della stesta stagione mostra i personaggi in una versione "alternativa": nello specifico, in versione animale.

I tre miniepisodi sono incentrati su una storia d'amore, declinato ovviamente nel relativo contesto "naturale". Nel primo vediamo Fry e Leela in versione salmone, che cercano di riunirsi nonostante gli incomprensibili automatismi della loro specie li abbiano destinati a essere separati; nel secondo un Farnsworth trasformato in un'ultracentenaria tartaruga di terra va alla ricerca dell'ultima femmina della sua specie (la versione tartaruga di Mamma) per accoppiarsi; nell'ultimo Kif è un elefante marino di basso rango che cerca di conquistare una Amy sottomessa al gigantesco maschio alfa Bender. Oltre ai protagonisti compaiono anche gli altri personaggi, principali e secondari, calati in varie forme faunistiche tipiche dell'ecosistema mostrato. Tutte e tre le storie si concludono tragicamente, e forse è solo l'amore salmonicamente (leggi bene: non ho detto salOmonicamente) proibito tra Fry e Leela a trovare il suo appagamento, anche se questo comporta poi la morte delle due bestie. Negli altri due casi c'è molto poco di romantico, e ancora meno di confortante per come si conclude la vicenda, tra morti, abbandonati e dispersi. La "Natura" quindi non è mostrata nel suo aspetto idilliaco, ma come un ambiente feroce e privo di speranza. Certo la cosa non va presa come una morale, ma il tono è molto più vicino a quello documentaristico che alla favoletta Disney.

La trasposizione in ambito animale risulta divertente, e in molti casi è stata fatta seguendo la morfologia o le caratteristiche del personaggio, vedi appunto il Prof-tartaruga, e poi Bender-iguana, Zoidberg-seppia, Scruffy-tricheco e così via. Al di là della simpatia ispirata dalle versioni animali, le storie sono comunque divertenti, nonostante la tragicità finale, e tutti e tre gli episodi risultano quindi gradevoli. Oltre tutto, anche se rappresentati con animali parlanti, le ambientazioni e le nozioni trasmesse sono accurate, quindi da questo punto di vista si può parlare di veri e propri documentari. Voto: 7.5/10


Con questo episodio non canonico si conclude così la prima parte della settima stagione. A giugno 2013 inizierà la seconda parte, con altri tredici episodi, con la quale, secondo le ultime notizie, Futurama finirà definitivamente. Per la terza volta.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...