Il mio bilancio 2013

Circa un anno fa ho stupito tutti caricando su un post il prospetto delle mie spese dell'anno 2012. Alcuni si sono meravigliati che rendessi pubblici dati "riservati" di questa entità, qualcun altro non ha creduto che potessi veramente aver tenuto traccia di tutte le spese. A entrambi devo confermare che non solo è tutto vero, ma che per il 2013 ho fatto la stessa cosa!

Quello che segue è proprio il mio bilancio delle spese 2013. Prima che mi ripetiate che così facendo mi metto nelle mani di spietati ad-killers, faccio notare che non parlo di valori, ma solo di proporzioni, e che comunque si tratta solo delle mie uscite, non accenno niente delle entrate. Il tutto è stato ottenuto semplicemente appuntando le spese sostenute (precise al decimo di euro, non al centesimo) in via preventiva sul blocco note del telefono, e in seguito riportando il tutto su un normalissimo file excel dal quale proviene poi l'elaborazione successiva. La parte più noiosa è sicuramente quella di suddividere le singole spese nelle categorie di appartenenza, ma per il resto il procedimento non è così faticoso. Bisogna anche sottolineare che in realtà il prospetto non copre un anno solare esatto, ma parte dal febbraio 2013 e arriva a gennaio 2014, sfasamento dovuto al mese in cui ho iniziato a tenere traccia delle spese. Tuttavia si può tranquillamente semplificare dicendo che si tratta delle spese del 2013.




Non mi metto a spiegare di nuovo tutte le voci di spesa, visto che l'avevo già fatto l'anno scorso. Segnalo soltanto che quest'anno se ne è aggiunta una, "abbigliamento", per la banale ragione che ero riuscito a sopravvivere per tutto il 2012 senza acquistare vestiti, scarpe e accessori vari. Nel 2013 invece ho dovuto provvedere anche a questo

L'andamento generale è abbastanza simile rispetto al 2012. Le spese fisse sono le stesse, e le variazioni si aggirano mediamente tra il 15% e il 50%. Ad aver subito incrementi notevoli sono le spese "mediche", ma solo per il fatto che ho acquistato un nuovo paio di occhiali (e costa, quella roba...) e quelle "varie", che ripercorrendo lo storico ho scoperto essere principalmente legate a regali fatti ad amici, colleghi e parenti (segnatevelo, conviene essere miei amici!). Dal quadro che emerge viene confermato il fatto che a parte le spese che sono più o meno costretto a sostenere (fisse, cibo, bollette, automobile), il grosso delle mie risorse se ne va per svago e musica. Insomma, che sono un gran cazzone. Nel complesso però le spese totali dell'anno sono diminuite di un incoraggiante 1.19%, Speriamo di mantenere il trend anche nel 2014, anche se questi primi mesi mi fanno supporre diversamente.

Se siete interessati a redigere il vostro bilancio dell'anno, non esitate a contattarmi, potrò fornirvi utili dettagli su come ottenere un prospetto puntuale come il mio!




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...