Lost in Lost #12 - Ep. 3x07-3x10

Dopo la "mini-stagione" iniziale, si comincia a entrare nel vivo con qualche episodio di rilievo. Abbiamo infatti in questo segmento la prima puntata dedicata a Juliet, Not in Portland, e in sequenza uno degli episodi più belli di tutta la serie Flashes Before Your Eyes, affiancato a quello che ritengo il più brutto e inutile in assoluto, Stranger in a Strange Land.

Ripercorriamo velocemente gli eventi per fare mente locale. Nell'episodio 7 scopriamo come Juliet è stata reclutata come medico della fertilità dell'isola e come anche lei vi sia confinata contro la sua volontà da tre anni. Ben ancora sotto i ferri chiede la sua collaborazione in cambio della promessa di farla partire, e così con il suo intervento Kate e Sawyer riescono a scappare dall'isola Hydra e dirigersi verso quella principale. Ci arriveranno nell'episodio 9, insieme a Carl. Nel frattempo, nell'episodio 8, Desmond racconta cosa gli è successo dopo la distruzione del Cigno, e il suo lung dejà-vu (uno dei rari casi in cui il titolo italiano è migliore di quello originale) è uno dei flashback più coinvolgenti e commoventi di sempre. Al suo ritorno, quel "Let me go back one more time" è davvero straziante, ed è con questo che per la prima volta apprendiamo delle potenziali capacità dell'isola di manipolare il tempo, così come della premonizione sulla morte di Charlie. Nell'episodio 10 Hurley, Jin, Sawyer e Charlie si mettono d'impegno a far ripartire il furgoncino hippy Dharma dove marcisce il cadaver di Roger Workman. Trascuriamo interamente l'episodio 9 perché la storia del tatuaggio thailandese di Jack è una delle cose più noiose e irritanti di sempre. Probabilmente anche gli autori si erano accorti che a questo punto stavano proprio raschiando il fondo per i flashback, infatti graziaddio abbiamo dei personaggi nuovi, e verso la fine della stagione si cambierà prospettiva. Ma per ora dobbiamo sorbirci il dottore in vacanza a far volare gli aquiloni...

Gli elementi che più hanno colpito la mia cavia sono innanzitutto il "potere" di Desmond, che però si dimostra ridimensionato rispetto a quanto si era lasciato intendere finora, e la scoperta del mezzo di trasporto Dharma che forse potrà tornare utile in seguito. Juliet continua a non piacere, nonostante sia stata mostrata parte della sua storia che dovrebbe farla apparire come più umana di come si è comportata finora. Del tutto odiosa risulta invece Kate, con la sua fuga e la promessa di tornare a cercare Jack, nonostante le sia stato chiaramente detto di non immischiarsi.

Per le prossime puntate ci si aspetta chiaramente un ritorno della profezia sulla morte di Charlie, e forse anche la sua effettiva dipartita. Oltre a questo, torneremo sicuramente a vedere cosa sta combinando Jack, che sembra già intendersela parecchio con Juliet ora che sono destinati compagni di viaggio fuori dall'isola, ma è abbastanza improbabile che i due (o almeno lui) riesca davvero ad andarsene. Forse sarà Ben a ingannarlo in qualche altro modo e costringerlo a rimanere, magari ricattandolo ancora utilizzando i suoi compagno naufraghi come ostaggio.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...